Il nuovo strumento di Joe Biden per combattere l’inflazione? il disavanzo

I prezzi del carburante stanno aumentando, l’affitto è troppo alto e le elezioni stanno arrivando. Poiché l’inflazione e l’alto costo della vita rovinano l’umore economico del paese, il presidente Joe Biden ha ripreso un recente argomento di discussione per capire quanto seriamente prendesse la situazione economica del paese: “Ho ridotto il deficit federale”.

Tagliare la spesa pubblica non è davvero una priorità per la maggior parte degli elettori americani e il pareggio dei budget federali non sarà certamente sufficiente per motivare gli elettori democratici a presentarsi alle elezioni di medio termine. Il disavanzo del bilancio federale si registra a malapena nei recenti sondaggi di Gallup sul paese problema più urgentema l’inflazione è in cima alla lista.

Con le scadenze intermedie in arrivo e una nuova stima dell’inflazione programmata per essere pubblicata la prossima settimana, la Casa Bianca sta ora rendendo la riduzione del disavanzo una parte fondamentale dei suoi intensi sforzi di questo mese per convincere gli elettori che l’economia sta migliorando e riportare l’opinione pubblica sulla sua più grande politica sfida.

Segna un perno: Biden ha fatto una campagna per voler essere un presidente trasformativo, ha spinto per massicci pacchetti di spesa per tutto il 2021 e ha minimizzato le preoccupazioni sull’inflazione per aumentare quelle proposte. Ma il presidente ora sembra più cauto riguardo alle grandi spese del governo.

Quel perno è iniziato durante il suo discorso sullo stato dell’Unione all’inizio di quest’anno. “Il mio piano per combattere l’inflazione ridurrà i costi e ridurrà il deficit”, ha affermato a marzo. “Entro la fine di quest’anno, il deficit sarà ridotto a meno della metà di quello che era prima del mio insediamento”.

L’inflazione è arrivata costantemente Peggio e rimasto alto da allora, ma i messaggi della Casa Bianca sul problema hanno davvero preso il sopravvento negli ultimi giorni. Biden ha lanciato un approccio su tre fronti – uno dei quali è la riduzione del disavanzo – per combattere l’inflazione in a Il giornale di Wall Street ha pubblicato un editoriale. Ha anche invocato il deficit nei discorsi e venerdì si è rivolto di nuovo al paese al riguardo. I funzionari della sua amministrazione sono apparsi sugli schermi televisivi questa settimana per parlare del piano e la Casa Bianca sta pianificando altri annunci, interviste e viaggi per il resto del mese.

L’affermazione di Biden secondo cui le sue politiche sono responsabili del calo del divario di spesa è discutibile. Ma anche se fossero completamente vere, non è del tutto chiaro che tagliare la spesa federale, a questo punto, aiuterebbe a ridurre l’inflazione, secondo gli economisti. Se convince l’americano medio è ancora più dubbio. Ma l’amministrazione ci proverà.

Un aggiornamento sul deficit e il ruolo di Biden nel ridurlo

Il deficit federale è la quantità di denaro che il governo federale spende nel bilancio di un anno oltre quanto ha raccolto in entrate. Quel deficit si aggiunge al debito totale del paese. Gli Stati Uniti hanno accumulato un disavanzo di bilancio ogni anno almeno dall’inizio degli anni ’70, ad eccezione dei quattro anni tra il 1998 e il 2002.

Ha registrato il suo più grande deficit mai registrato durante gli anni della pandemia principale del 2020 e del 2021 a causa della spesa di emergenza per il coronavirus attraverso il CARES Act e l’American Rescue Plan. Poiché i finanziamenti sono in esaurimento o sono stati completamente spesi e poiché le entrate fiscali sono aumentate con il calo della disoccupazione e l’accelerazione della ripresa economica complessiva della nazione nell’ultimo anno, il disavanzo è diminuito nel 2021. Un calo ancora maggiore è previsto entro la fine del 2022 anno fiscale a settembre.

Negli ultimi mesi Biden si è preso il merito di questo calo del disavanzo nel suo discorso sullo stato dell’Unione, nei discorsi per tutto aprile e il mese scorso, quando ha cercato di “ricordarti ancora: ho ridotto il deficit federale” nonostante “tutti i discorsi sul deficit dei miei amici repubblicani”.

Concentrarsi sul deficit è tradizionalmente una priorità molto più importante per i repubblicani che per i democratici. Si tende a sentirne parlare dai repubblicani del Congresso che vogliono tagliare la spesa per l’assistenza sociale o attaccare i democratici per la spesa. Molte parole sono state scritte su quanto contano i deficit, ma gli economisti che hanno parlato con Vox hanno detto che contano di più in tempi di alta inflazione.

È vero che i deficit stanno diminuendo: il deficit di $ 2,8 trilioni nel 2021 era minore rispetto al disavanzo record di $ 3,1 trilioni dal 2020, quando Donald Trump era presidente. E il deficit previsto per il 2022 di 1 trilione di dollari sarà una caduta ancora più ripida, qualcosa di cui il presidente si prende il merito. Ma questo è in gran parte un prodotto dei grandi programmi di spesa del 2020 e del 2021 in uscita, secondo molti esperti economici. Il pacchetto di spesa firmato Biden, il Piano di salvataggio americanoha peggiorato in una certa misura il disavanzo, riducendo una prevista riduzione del disavanzo di $ 870 miliardi al calo di $ 360 miliardi effettivamente avvenuto dal 2021 al 2022.

“Ho sentito il presidente e la sua amministrazione ripetere più e più volte cose come ‘abbiamo ridotto il deficit grazie alle nostre azioni’. Questo è vero solo in un senso molto arretrato”, ha detto a Vox Marc Goldwein, vicepresidente senior del Committee for a Responsible Federal Budget, un gruppo fiscalmente conservatore. “Il deficit sta diminuendo anno dopo anno, nonostante le loro azioni”.

È anche vero che la disoccupazione americana è diminuita rapidamente negli ultimi due anni, il che significa che più persone stanno pagando le tasse che aiutano a compensare la spesa pubblica. Su questo fronte, la Casa Bianca attribuisce i suoi sforzi di recupero.

Gli effetti dei disavanzi sull’inflazione sono discutibili

Anche se Biden ottiene pieno credito per aver ridotto il deficit, considerarlo uno strumento per combattere l’attuale livello di inflazione del paese è un nuovo approccio per lui. “Ridurre il deficit è un modo per allentare le pressioni inflazionistiche”, ha affermato all’inizio di maggio. “Riduciamo l’indebitamento federale e aiutiamo a combattere l’inflazione”.

Gli economisti non sono tutti d’accordo su quanto la tassazione e la spesa possono fare per combattere l’inflazione.

“Non tutta la spesa pubblica è chiaramente inflazionistica”, ha affermato Goldwein. “Ma quando sei in un periodo di alta inflazione, puoi probabilmente aspettarti che l’effetto di prim’ordine di un dato aumento della spesa o di qualsiasi dato taglio delle tasse sarà probabilmente inflazionistico”.

I grandi deficit possono certamente peggiorare il problema se questo è il risultato di una massiccia iniezione di denaro nell’economia quando l’economia è surriscaldata, ma la responsabilità principale del controllo dell’inflazione ricade sulla Federal Reserve, che controlla i tassi di interesse e l’offerta di moneta, e il White House sottolinea questo punto nel suo piano economico: “Il mio predecessore ha sminuito la Fed e i past presidenti hanno cercato di influenzare le sue decisioni in modo inappropriato durante i periodi di elevata inflazione. Non lo farò”, ha scritto Biden in un op ed per il Wall Street Journal questa settimana.

Biden riconosce di avere un maggiore controllo su quante entrate il governo può raccogliere in tasse e quanto sceglie di spendere. “Poiché il governo è un grande acquirente e poiché è una parte così importante della nostra economia, se riduci l’importo del disavanzo – quindi aumenti le tasse o riduci la spesa – tirerai fuori un po’ di soldi dall’economia , e questo può ridurre le pressioni inflazionistiche”, un alto funzionario dell’amministrazione, che ha parlato in condizione di anonimato, ha detto a Vox del pensiero della Casa Bianca sul legame deficit-inflazione.

Ma c’è una differenza tra il semplice non peggiorare l’inflazione aumentando i disavanzi e l’adozione di misure attive per ridurre il disavanzo. Non aumentando la spesa per politiche che mettono più soldi nelle mani delle persone, il governo può cercare di ostacolare la domanda di beni e servizi. Ci sono ancora un sacco di soldi nei conti di risparmio e nelle casse dei governi statali e locali che renderanno questa una sfida – e problemi di catena di approvvigionamento e logistica che non possono essere risolti solo tagliando le spese e aumentando le tasse – ma la Casa Bianca suggerisce una manciata di riforme in un rinnovato messaggio economico che verrà lanciato questo mese.

Il presidente non si aspetta altre grandi spese immediate, ma sapendo che il governo può combattere l’inflazione ai margini attraverso investimenti a lungo termine e mitigando le aspettative sulla crescita economica futura, il piano di Biden ha la possibilità di far sentire meglio le cose.

Il nuovo sprint economico di Biden

Nel suo editoriale sul Wall Street Journal, Biden ha presentato un piano di lotta all’inflazione per facilitare il paese verso una “crescita stabile e costante” che include la riduzione del disavanzo solo come uno dei tre assi; lasciare che la Fed faccia il suo lavoro e rendere le cose più accessibili sono le altre due. Ha ampliato questo messaggio durante un discorso di venerdì incentrato sul rapporto sui lavori di maggio che mostra le assunzioni ancora in aumento e la disoccupazione che rimane vicino al minimo pre-pandemia.

Vuole che il Congresso riformi il modo in cui l’IRS riscuote le tasse dai normali americani e il modo in cui miliardari e società pagano le tasse, come un modo non solo per ridurre ulteriormente il deficit, ma per combattere l’inflazione punendo la svalutazione dei prezzi e “spirito aziendale.” I funzionari della Casa Bianca questa settimana hanno anche fatto apparizioni televisive e dichiarazioni pubbliche per spingere questo nuovo messaggio e annunciare investimenti in infrastrutture e clima per migliorare le catene di approvvigionamento.

Queste nuove mosse stanno accadendo poiché l’inflazione rimane vicino a un prezzo record del gas salire mentre i viaggi estivi aumentano e i mercati energetici rimangono caotici dopo l’invasione russa dell’Ucraina, e le prospettive per i Democratici alle elezioni di medio termine peggiorano.

Molte delle soluzioni proposte da Biden richiedono l’azione del Congresso, qualcosa che Biden è ansioso di sottolineare: “Sto facendo tutto il possibile da solo per aiutare le famiglie che lavorano durante questo periodo di aumento dei prezzi. E continuerò a farlo”, ha detto venerdì. “Ma anche il Congresso deve agire”.

Come parte di questa strategia più ampia, la Casa Bianca sembra indirizzare questo messaggio sul deficit verso i membri più conservatori dal punto di vista fiscale del suo caucus al Congresso: il senatore Joe Manchin del West Virginia e Kyrsten Sinema dell’Arizona sono stati frequenti ostacoli alla capacità dei democratici di passare al Senato eventuali nuovi piani economici ed entrambi hanno segnalato la loro preoccupazione per il peggioramento dell’inflazione.

Qualunque siano le riforme e le proposte che potrebbero passare alla Camera e al Senato dovrebbero saziare queste preoccupazioni e, finora, il piano di Biden si trova a cavallo di quella linea aumentando le entrate e investendo nella produttività economica a lungo termine e nella produzione di energia a basso costo, che alcuni economisti possono dire contribuire ad alleviare le pressioni inflazionistiche a lungo termine.

Questo perno di deficit e inflazione è anche una prova di un potere presidenziale tradizionale che è andato in declino nelle recenti amministrazioni: il pulpito prepotente, o l’influenza del presidente per fissare ordini del giorno, dominare le conversazioni nazionali e convincere altri politici a mettersi in riga. biden ha secondo quanto riferito frustrato dalla sua incapacità di sfondare presso il grande pubblico e creare un messaggio coerente sulle numerose sfide che la sua amministrazione sta cercando di affrontare, dall’inflazione e dai prezzi del gas alla violenza armata e alla pandemia.

Venerdì, ha cercato di spiegare la sua attenzione all’accessibilità economica e alla riduzione del deficit in termini che gli americani potrebbero capire: “Capisco che le famiglie che stanno lottando probabilmente non si preoccupano del perché i prezzi sono aumentati. Vogliono solo che scendano. … Ma è importante comprendere la radice del problema in modo da poter adottare misure per risolverlo”. Egli ha detto. “Il motivo per cui questo è importante per le famiglie è perché ridurre il deficit è un altro modo per alleviare l’inflazione”.

I presidenti hanno visto questo potere di persuasione eroso con l’aumento della polarizzazione dei partiti, il Congresso diventa più difficile da unificare e il potere di messaggistica è diffuso tra i media, le organizzazioni politiche e i gruppi di attivisti. Per Biden, parte del problema deriva dalla sua tendenza a parlare male o a far correggere i suoi commenti o ripulito dal personale in seguito. Ma l’alto funzionario dell’amministrazione che ha parlato con Vox ha affermato che vale la pena Biden fare questo intervento: “Il presidente sta cercando di aiutare le persone a capire il ruolo che questo governo democraticamente eletto può svolgere nella vita delle persone per aiutare a migliorare i risultati economici, e quindi, aiutare per migliorare i risultati delle persone”.

Vedremo tra qualche mese se questo atteggiamento convincerà gli elettori. Ma almeno parlandone e definendo un piano, la Casa Bianca può contrastare gli attacchi repubblicani sulla spesa pubblica dispendiosa e sull’indebitamento irresponsabile del governo e messaggio agli americani medi che è responsabile delle sue spese proprio come gli americani che sono preoccupati per l’accessibilità economica.

Tuttavia, affinché la strategia abbia successo, dovrà sfondare negli americani medi che potrebbero non sapere quale sia il deficit, ma sanno che il prezzo del gas e del cibo è in aumento. Che ciò avvenga in televisione o di persona (la Casa Bianca accenna a viaggi e discorsi futuri), il messaggio deve arrivare là fuori. E come parte di un piano più ampio, potrebbe affrontare il confusione e malessere generale tanti americani si sentono.

You may also like...