La Suprema Corte sembra desiderosa di consegnare una grande vittoria alla destra cristiana

Lo scenario migliore per i sostenitori della separazione Chiesa/Stato, dopo l’argomentazione orale della Corte Suprema in Kennedy v. Distretto scolastico di Bremerton lunedì, è che i giudici lascino in vigore una norma che vieta le scuole pubbliche costringendo attivamente gli studenti nel partecipare a un esercizio religioso che trovano sgradevole.

Il caso peggiore, anche se probabilmente non particolarmente probabile, è che i giudici diano libero sfogo ai funzionari scolastici studenti sotto pressione nell’abbracciare le credenze religiose di quei funzionari.

Molto probabilmente, la Corte lascerà in vigore alcune delle norme vigenti contro le scuole che spingono attivamente i propri studenti a comportamenti religiosi, prendendo anche un grosso morso dalla clausola istitutiva della Costituzione, che storicamente ha proibito al governo di promuovere o scoraggiare una certa visione religiosa.

La maggioranza dei giudici sembrava desiderosa di ridurre in modo significativo questa disposizione costituzionale, anche se non è chiaro quanto la ridurranno. Per lo meno, sembra probabile che gli insegnanti delle scuole pubbliche, gli allenatori e altri funzionari scolastici acquisiranno una certa capacità di esercitare una leggera pressione sugli studenti in attività religiose che gli studenti, o i loro genitori, potrebbero trovare discutibile.

Kennedy v. Distretto scolastico di Bremertonspiegato brevemente

kennedy coinvolge Joseph Kennedy, un ex allenatore di football della scuola pubblica a Bremerton, Washington, che lo avrebbe fatto per molti anni condurre sessioni di preghiera post-partita per i suoi giocatori e per i giocatori della squadra avversaria. Dopo che il suo distretto scolastico gli ha ordinato di interrompere queste sessioni, in gran parte lo ha fatto, ma ha comunque insistito per andare sulla linea delle 50 yard dopo le partite e pregare visibilmente davanti ai suoi giocatori e agli spettatori riuniti.

Kennedy ha anche fatto un tour mediatico a livello nazionale – a un certo punto, Buon giorno America ha fatto un segmento su di lui, promuovendo il suo desiderio di pubblicizzare la sua fede mentre istruiva i suoi studenti. Ciò ha portato molti dei sostenitori di Kennedy a diventare dirompenti durante le partite. Dopo una partita, ad esempio, così tante persone hanno preso d’assalto il campo per sostenere Kennedy che una corte d’appello federale lo ha descritto come un “fuga precipitosa.” Il distretto stesso si è lamentato del fatto che questa corsa di persone ha fatto cadere i membri della banda musicale della scuola e che non era in grado di “tenere i bambini al sicuro”.

Intanto almeno un genitore si è lamentato con la scuola che suo figlio “si sentiva in dovere di partecipare” alle preghiere di Kennedy, nonostante fosse ateo, perché lo studente temeva “non avrebbe giocato tanto se non avesse partecipato.”

Alla fine, la scuola ha licenziato Kennedy, dopo aver respinto il tentativo della scuola di raggiungere un alloggio che avrebbe consentito a Kennedy di pregare senza interrompere i giochi o costringere gli studenti ad atti religiosi indesiderati.

Secondo la legge vigente, questo non dovrebbe essere un caso difficile. La Suprema Corte ha proposto in lee v Weisman (1992) quel pubblico l’attività religiosa sponsorizzata dalla scuola è intrinsecamente coercitiva, sia a causa dell’autorità che i funzionari scolastici esercitano sugli studenti, sia perché è probabile che gli studenti che si distinguono si trovino ad affrontare la pressione dei coetanei per allinearsi. Tale pressione, ha affermato la Corte leepuò essere “sottile e indiretto” ma anche “può essere reale come qualsiasi costrizione palese”, poiché lascia a una giovane non aderente “una ragionevole percezione di essere costretta dallo Stato a pregare in un modo che la sua coscienza non permesso.”

Ma la maggioranza repubblicana di 6-3 della Corte è stata abbastanza chiara al riguardo impazienza di prevalere su casi religiosi di lunga data. Una delle primissime azioni della nuova maggioranza dopo la conferma del giudice Amy Coney Barrett ha dato ai repubblicani una supermaggioranza alla Corte, ad esempio, cosa dare alle chiese e ad altri luoghi di culto un nuovo diritto di sfidare gli ordini di sanità pubblica durante la pandemia di Covid-19.

E quell’entusiasmo è stato messo in mostra durante la discussione orale di lunedì. Anche se è improbabile che la Corte annulli la decisione lee Complessivamente, diversi giudici hanno parlato apertamente di annullare altri importanti precedenti. Altri giudici, nel frattempo, hanno parlato di irrigazione lee fino al punto che consentirebbe a persone come Kennedy di continuare a fare pressione sui propri studenti affinché si convertissero al cristianesimo.

I casi della clausola di stabilimento della Corte sono, è vero, un po’ confusi

Una vittoria per Kennedy consentirebbe a insegnanti e allenatori di intraprendere almeno alcune azioni che hanno spinto gli studenti ad abbracciare la fede dell’insegnante o dell’allenatore e potrebbe cambiare radicalmente l’approccio della Corte a quasi tutti i casi di clausola di stabilimento.

La Corte, in varie occasioni, ha proposto diversi test per determinare quando viene violata la clausola dell’establishment, molti dei quali sono in disgrazia con il tipo di repubblicani conservatori che attualmente dominano la Corte Suprema.

Nel 1971, ad esempio, la Corte ha deciso Limone v. Kurtzman, che ha stabilito il quadro che ha dominato i casi di clausola di stabilimento per molti decenni. Sotto Limonetutte le leggi devono avere uno “scopo legislativo secolare”, il governo non può intraprendere azioni che abbiano l’effetto primario di promuovere o inibire la religione e il governo non può favorire un eccessivo “coinvolgimento con la religione”.

Ma almeno due dei giudici, Neil Gorsuch e Brett Kavanaugh, lunedì hanno parlato apertamente della loro convinzione che Limone dovrebbe essere abbandonato, o addirittura suggerito Limone è già stato annullato. Kavanaugh lo ha affermato Limone non è stato applicato “per diversi decenni” e ha suggerito che ora dovrebbe essere trattato come completamente defunto.

Questi stessi due uomini sono stati ugualmente respinti da un test alternativo, noto come “test di approvazione”, che vieta al governo di approvare un particolare punto di vista religioso. Tali approvazioni, ha spiegato il giudice Sandra Day O’Connor in un parere concordante del 1984, inviano “un messaggio ai non aderenti che sono estraneinon membri a pieno titolo della comunità politica, e un messaggio di accompagnamento agli aderenti che sono addetti ai lavori, membri favoriti della comunità politica”.

È facile vedere come le azioni di Kennedy abbiano violato questo test di approvazione, poiché le sue preghiere sostenevano ovviamente un punto di vista religioso mentre Kennedy allenava una squadra di football per conto dello stato. Ma, dopo il kennedy discussione orale, appare ragionevolmente probabile che la Corte abbandoni del tutto formalmente la norma contraria all’avallo.

Se la Corte rinuncia Limone e il test di approvazione, c’è ancora un terzo test, noto come “test di coercizione”, che proibisce al governo di costringere le persone all’esercizio religioso. È probabile che questa regola contro la coercizione rimanga in vigore dopo kennedyanche se in una forma un po’ indebolita.

La coercizione, riconoscono i casi passati della Corte, può assumere molte forme. Il governo potrebbe fare pressione direttamente su qualcuno: un agente di polizia potrebbe minacciare di arrestare chiunque non dica una preghiera particolare, per esempio, o un insegnante di matematica potrebbe minacciare di bocciare qualsiasi studente che non frequenta la chiesa dell’insegnante. Decisioni come lee stabilire che anche il governo non può impegnarsi in una coercizione “indiretta”, come quando i funzionari delle scuole pubbliche ospitano eventi che promuovono attivamente la religione. E questi casi stabiliscono anche che le scuole pubbliche hanno un obbligo particolare di evitare attività che potrebbero esercitare sottilmente pressioni religiose sugli studenti.

In lee, una scuola media pubblica ha invitato un rabbino a pronunciare preghiere alla cerimonia di laurea della scuola. La Corte ha ritenuto che questo tipo di preghiera sponsorizzata dalla scuola non fosse consentita. “Il fatto innegabile”, ha scritto il giudice Anthony Kennedy lee“è che la supervisione e il controllo da parte del distretto scolastico di una cerimonia di diploma di scuola superiore esercita pressioni pubbliche, oltre che da parte dei pari, sugli studenti frequentanti affinché si presentino in gruppo o, almeno, mantengano un rispettoso silenzio durante l’invocazione e la benedizione”.

È improbabile che ci siano cinque voti, anche su questa Corte Suprema, per consentire a un insegnante di scuola pubblica di minacciare esplicitamente di bocciare uno studente – o per consentire a un allenatore di minacciare esplicitamente di non consentire a uno studente di giocare in una partita di calcio – perché ciò lo studente si rifiuta di unirsi all’insegnante o all’allenatore in una preghiera. E probabilmente non ci saranno nemmeno cinque voti da annullare leeRitiene che alcune forme di sottile pressione religiosa non siano ammesse.

Ad un certo punto, ad esempio, Kavanaugh ha negato qualsiasi desiderio di prevalere Distretto scolastico indipendente di Santa Fe v. dai (2000), un caso successivo a leeche riteneva che un distretto scolastico non potesse trasmettere una preghiera guidata dagli studenti sul sistema di diffusione sonora della scuola prima di ogni partita di football universitario.

Ma, mentre è probabile che la Corte lasci almeno alcune tutele contro la coercizione religiosa, è anche probabile che diminuisca quelle salvaguardie per pronunciarsi a favore dell’allenatore Kennedy. Ciò non consentirebbe necessariamente a qualcuno come Kennedy di dire esplicitamente agli studenti che devono pregare con lui se vogliono giocare nella prossima partita, ma non è necessario che tali minacce siano esplicite per spingere gli studenti a conformarsi alle richieste implicite di un allenatore. auguri.

È probabile che l’allenatore Kennedy prevalga, nonostante il fatto che la legge esistente tagli contro di lui

Non c’è dubbio che i giudici Clarence Thomas, Samuel Alito e Neil Gorsuch regneranno a favore di Kennedy. In effetti, Alito ha speso gran parte della discussione insinuando questo lee dovrebbe essere annullato e che gli insegnanti dovrebbero essere autorizzati a esercitare pressioni sui loro studenti affinché esercitino la religione.

Alito ha paragonato le azioni di Kennedy a un insegnante che mostra segni politici a casa propria, suggerendo che sarebbe insostenibile per la Corte vietare a un insegnante di farlo, anche se gli studenti che sono consapevoli delle opinioni politiche del loro insegnante potrebbero sentirsi spinti a fare eco a quelle visualizzazioni in classe.

Anche Kavanaugh sembra un voto molto probabile per Kennedy. Sebbene abbia fatto alcune domande esprimendo simpatia per lo studente che pensa che se non partecipano a una preghiera guidata dall’allenatore, non gli sarà permesso di iniziare nella partita successiva, Kavanaugh alla fine è arrivato a soffermarsi su un ipotetico un allenatore che si fa sottilmente il segno della croce prima di ogni partita.

Secondo Richard Katskee, l’avvocato del distretto scolastico, un allenatore che fa un sottile segno di devozione religiosa è molto diverso da un allenatore che cammina ostentatamente in mezzo al campo e si pone al “centro dell’attenzione” con una preghiera molto pubblica – è probabile che il primo passi inosservato da spettatori e studenti, mentre il secondo è molto più probabile che trasmetta il messaggio che il programma calcistico della scuola favorisce i cristiani. Ma Kavanaugh non sembrava convinto da questa argomentazione.

Ciò significa che, per prevalere, il distretto scolastico deve mantenere i tre liberali della Corte (tutti probabilmente voteranno con il distretto), più il giudice capo John Roberts e il giudice Amy Coney Barrett.

Roberts potrebbe benissimo essere in gioco: le sue domande si sono concentrate in gran parte sugli sforzi straordinari compiuti da Kennedy, non solo per assicurarsi che la sua preghiera fosse molto pubblica, ma per pubblicizzare sulla stampa il suo conflitto con il distretto scolastico. L’implicazione sembrava essere che forse Kennedy avrebbe dovuto fare meno scena.

Le domande di Barrett, nel frattempo, erano un po’ più ambigue. Ha espresso una certa simpatia per le preoccupazioni del capo, ma a un certo punto ha anche insinuato che la clausola di stabilimento potrebbe non applicarsi affatto alle azioni di Kennedy.

Ma mentre le domande di Barrett possono lasciare il distretto scolastico con un barlume di speranza, lei è stata una voto affidabile per la destra cristiana in passato. Dati i suoi precedenti, sarebbe davvero sorprendente se non si pronunciasse a favore di Kennedy.

In definitiva, in altre parole, sembra molto probabile che la Corte riduca la clausola di stabilimento, anche se resta da vedere quanto sarà profondo il taglio.

You may also like...