“Questo è così immorale e sbagliato”

L’ultimo giorno di Jen Psaki come addetta stampa della Casa Bianca sarà questo venerdì, 13 maggio. Secondo quanto riportato da MSNBC, dovrebbe passare a un ruolo di alto profilo in MSNBC assioche ha riportato il 1 aprile “l’accordo è quasi definitivo” anche se non è stato firmato alcun contratto.

“Sono contento che abbia trovato un atterraggio morbido”, afferma Sean Spicer, che è stato il primo addetto stampa del presidente Donald Trump. “Ma allora non puoi continuare a servire. Non puoi sederti su quel podio sapendo che i tuoi futuri colleghi sono seduti lì. … Voglio dire, questo è così immorale e sbagliato.

Per l’amministrazione Biden eticamente sfidata, forse non è un grosso problema. Ma Spicer definisce la decisione “senza precedenti”. Dopo aver aspettato più di due anni prima di diventare ospite di “Spice & Co.” su Newsmax, Spicer sa com’è passare dalla sala riunioni della Casa Bianca alla redazione.

Si unisce a “The Daily Signal Podcast” per parlare del suo approccio alla copertura delle notizie, della crescita di Newsmax e altro ancora. Ascolta l’intervista completa o leggi una versione ridotta di seguito.

Rob Bluey: Raccontaci del tuo approccio alle notizie e di cosa porti al tuo show.

Sean Spicer: Non è solo il mio spettacolo. Voglio dire, penso a tutto Newsmax, voglio dire, è una doppia domanda. Penso che trattiamo questioni di cui penso che le persone stiano parlando.

È divertente, letteralmente quelle conversazioni, e proviamo a farlo ogni sera su “Spicer & Co.”, che è quello che penso che le persone abbiano quella conversazione, cosa li riguarda: inflazione, immigrazione, cose che accadono nei loro figli ‘ scuole. E fai quelle discussioni con i principali esperti, con i genitori, con gli educatori o con gli esperti di immigrazione, le autorità di frontiera, gli economisti e scomponili.

Sono quelle conversazioni e quei segmenti che non vedi, francamente, su altre stazioni.

È divertente… Penso che veniamo etichettati con molti peggiorativi dai media mainstream, ma se guardi la stazione e guardi i segmenti che facciamo, penso che, francamente, trattiamo questioni che non vengono trattate, ma attiriamo ospiti da tutte le parti. Permettiamo alle persone di dire la loro.

È solo che penso che il modo in cui la sinistra ha deciso di controllare la narrazione, non gli piace l’idea di qualcuno che inietta una storia o un’idea nel sangue che non approva.

Bluey: Facendo un passo indietro, rimpicciolindo e guardando il panorama dei media in modo più ampio, perché è importante avere una varietà di fonti di informazione?

Speziato: Beh, è ​​interessante. È divertente. … Sono un po’ un accaparratore politico. Mia moglie userebbe altre parole. L’altro giorno stavo esaminando alcune cose, sistemando alcune delle scatole che ho tenuto, e una delle cose interessanti è stato un articolo che mi sono imbattuto durante il mio incarico alla Casa Bianca che diceva: “Di tutte le cose che Spicer ha fatto durante i suoi 10 anni come addetto stampa diversificare la conferenza stampa.

Quello che intendeva con quello era per così tanto tempo, e [White House press secretary] Jen Psaki è tornata a questo, cioè tu chiami in prima fila, che sono i servizi via cavo, il Washington Post, il New York Times e le tre grandi reti.

L’ho guardato come se ci fossero la TV locale, i media locali, ci fossero i media conservatori, ci fossero gli sbocchi finanziari, ci fossero i media stranieri. Ci sono media di nicchia che rappresentano ugualmente un collegio elettorale che ha una domanda o una preoccupazione che dovrebbe essere posta.

Ancora una volta, penso che, al cuore della tua domanda, sia importante perché penso che per troppo tempo ci sia stata l’idea che un gruppo di persone nei media – il Washington Post, l’Associated Press e le tre grandi reti – controllassero ciò che hai visto, letto e sentito. Controllavano la narrazione. Se non era sulle loro reti, se non era sul loro giornale, non esisteva. Non era un problema.

La diversità e il pensiero: sono un grande ragazzo “tutto quanto sopra”, giusto? Sono a Newsmax. Penso che facciamo un ottimo lavoro nel farlo. Ma se vuoi leggere Breitbart, o il Daily Caller, o qualsiasi altra cosa, è fantastico. Penso che più siamo meglio è, giusto? Più persone possono ottenere le loro informazioni da luoghi diversi e vedere qualcosa di eccezionale.

La cosa che trovo affascinante è che è davvero come il capitalismo al lavoro. Quando ho iniziato a Newsmax, avevamo migliaia di persone che guardavano ogni notte. Ora siamo a centinaia di migliaia. Newsmax ha, mentre siamo su tutti i principali vettori (Fios, Comcast, Dish e Direct) non abbiamo la stessa portata di una CNN in questo momento. Stiamo crescendo continuamente, ma siamo in competizione con loro.

Dopo due anni, voglio dire, il mio spettacolo ha appena superato la soglia dei due anni, e questo ti dice che gli americani stanno cercando un posto come Newsmax e dicono: “Voglio guardare questo spettacolo. Mi piace ciò che vedo.” È il 90% delle volte che parlo con le persone, è il passaparola. “L’ho sentito da un amico.” “L’ho sentito da un membro della famiglia.” “Qualcuno che vive in fondo alla strada da me guarda il tuo spettacolo e mi ha trasformato in esso.”

Penso che questo sia ciò che è così affascinante in Newsmax. Non è questo enorme budget pubblicitario che c’è là fuori con cartelloni pubblicitari e quant’altro. Sono le persone, da persona a persona, attraverso i social media, tramite e-mail, bussando alla porta, attraverso le conversazioni che stanno avendo al lavoro oa casa che stanno attirando le persone. Questo è ciò che penso sia fantastico in questo momento, e penso che stia facendo impazzire i media mainstream il fatto che non abbiano più la strana presa sulla narrativa.

Bluey: Voglio tornare su questo tra un momento, ma voglio dire che come persona che presta attenzione ai numeri e ai dati, quello che stai dicendo è assolutamente vero. Ecco perché abbiamo deciso che è importante avere esperti della Heritage Foundation nel tuo programma e in altri programmi su Newsmax, perché è lì che sta la crescita organica. È qui che le persone si rivolgono sempre più per avere le loro notizie.

Speziato: Sì, e beh, ci piace averli addosso perché sono esperti, alcuni dei migliori nei loro campi. Voglio dire Hans [von Spakovsky], che gestisce l’integrità elettorale. È il migliore del settore, giusto?

Voglio dire, ci sono persone che voi ragazzi avete che sono state in prima linea nella loro area specifica per decenni. Quando vogliamo scomporre qualcosa, queste sono le persone di cui parlare, che si tratti della Cina, dell’economia o dell’integrità elettorale, giusto?

Queste sono le persone di riferimento che lo seguono – non da un anno o due, che si sono appena rivolti ad esso – da anni e, in alcuni casi, decenni. [They] sono stati i leader, i leader di pensiero in questo, e sono le persone che non ne stanno solo scrivendo, che sono, dove i politici si rivolgono a loro e dicono: “OK, come risolviamo questo?”

Ci piace averli addosso, non solo perché sono esperti, ma perché siamo in anticipo sulla curva. Vogliamo che i nostri spettatori dicano: “Ehi, è qui che rimbalza la palla”.

Bluey: C’è interesse ad espandere Newsmax su altre piattaforme?

Speziato: La cosa interessante che penso sia affascinante di Newsmax è che siamo il quarto canale di notizie più grande là fuori in questo momento, ma siamo l’unico a non aver bisogno di un abbonamento via cavo. Se hai letteralmente uno smartphone o Internet, puoi andare su newsmax.com. Puoi andare su YouTube, guardarlo gratuitamente.

Sono stato in Florida con la mia famiglia e ho avuto innumerevoli persone che si sono avvicinate a me e mi hanno detto: “Ehi, ho tagliato il cavo. Non ho più il cavo, ma ti guardo su Roku, o su Samsung TV, o su Vizio, o qualunque cosa sia, e tu sei l’unico che…»

Quindi, letteralmente, se non hai il cavo o hai solo uno smartphone e stai camminando, o hai solo un computer o altro, purché tu abbia una connessione a Internet, hai accesso alla televisione in diretta di Newsmax , come faresti se avessi il cavo.

Ancora una volta, se hai il cavo, è fantastico. Puoi andare su DirecTV, o Dish, o Fios, o ovunque e anche da noi allo stesso modo. Ma è davvero unico perché è lì che siamo in grado di diversificare e irrompere in un pubblico che una CNN, un MSNBC o persino una Fox non possono.

Bluey: Quali sono i passaggi quotidiani del tuo spettacolo, in termini di identificazione degli ospiti e assicurarti di fornire informazioni veritiere al tuo pubblico?

Speziato: Penso che parte di ciò sia che abbiamo più chiamate in cui stiamo esaminando cosa copre il Congresso? Cosa sta rompendo, in termini di problemi? O cosa sta succedendo? Guarderemo avanti e diremo: “Ehi, questo problema sta diventando un grosso problema. Non c’è nessun rapporto in uscita”.

Veniamo lanciati molto. A volte c’è un rapporto che esce da Heritage e qualcuno si allunga e dice: “Abbiamo questo rapporto che uscirà sull’immigrazione o sull’economia”.

Daremo un’occhiata alla legislazione che sta venendo giù il luccio. C’è una combinazione di questo genere di cose. Esamineremo i problemi.

Poi la stessa cosa con gli ospiti. Guarderemo e diremo: “OK, chi è il big che vogliamo?” L’altro giorno abbiamo avuto solo dei genitori dalla Florida. Avevamo un paio di genitori del New Jersey che erano coinvolti in tutta questa faccenda in cui il New Jersey stava imponendo alcuni nuovi corsi.

Volevamo sentire i veri genitori e abbiamo detto: “Com’è lassù?” Due di loro erano ex educatori che avevano insegnato nel sistema. “Avresti davvero insegnato questo programma” L’idea a volte è di avere quelle conversazioni che, ancora una volta, le persone probabilmente avrebbero a tavola la sera e scomporle in un modo in cui le persone dicono: “OK, ora ho capito”.

Inoltre, per quanto riguarda i fatti, voglio dire che è qui che entra in gioco la ricerca. … Penso che sia ciò che, francamente, mi rende un po’ unico come ospite, è aver lavorato a Capitol Hill, essere stato nell’esercito, servito al White House, ha lavorato alle campagne e al partito nazionale, è che ci sono molte volte in cui posso dire: “No, in realtà non è così che funziona”.

Possiamo scomporre una storia e dire: “Mentre viene riportato sul Washington Post in questo modo, la realtà è che non funziona in questo modo” oppure “Non accadrà mai così, né politicamente né solo in termini di come opera il governo”. Penso che sia una cosa unica che portiamo.

Bluey: Nemmeno il Washington Post, a quanto pare Piers Morgan.

Speziato: Rendo a Taylor Budowich, l’addetto stampa del presidente, un enorme merito per aver fatto ciò che la maggior parte degli addetti stampa dovrebbe sempre fare, ovvero registrarlo [Piers Morgan] colloquio.

Se ci pensi, voglio dire, l’hai visto accadere e gioca in questa narrazione, “Oh, [Donald] Trump si è arrabbiato ed è scappato via”, e poi è come, “No, ecco il nastro, ed ecco come è stato modificato in modo ingannevole per mettere in cattiva luce il presidente”. Sono contento che l’abbia fatto. Sono contento che l’abbia rilasciato.

E avevi la NBC News che in realtà doveva ammettere: “Beh, cavolo, no. Non è andata così”. Quando hai NBC News dalla parte del presidente Trump, sai che qualcosa non va davvero.

Bluey: Parlando di NBC e MSNBC, ti ho visto twittare su Jen Psaki, che sta promuovendo il suo futuro datore di lavoro mentre prestava servizio alla Casa Bianca.

Speziato: Giusto. Questo è senza precedenti. Con tutto il rispetto, sono felice che Jen abbia un nuovo lavoro. È un lavoro duro fare l’addetto stampa. Le auguro il meglio. Sono felice che abbia trovato un atterraggio morbido, e penso che sia fantastico, e onestamente con Dio lo intendo. È stata di grande aiuto per me, Josh Earnest e lei, durante la transizione [to White House press secretary in 2017]quindi le auguro il meglio.

Ma non puoi continuare a servire. Non puoi sederti su quel podio sapendo che i tuoi futuri colleghi sono seduti lì. Non possono metterti in imbarazzo, quindi non ti faranno domande difficili. Non vuoi fare niente. Voglio dire, questo è così immorale e sbagliato.

È la prima addetta stampa in assoluto a passare direttamente dal podio a ospitare uno spettacolo. Ho aspettato due anni e mezzo. Non è una questione di questo. Anche se volesse partire direttamente da… di nuovo, Dio la benedica. Provaci, ma poi scendi. Non puoi continuare a farlo e andare in questo tour pubblicitario d’addio come addetto stampa, dove continuerai a interagire con le persone che diventeranno tuoi colleghi.

Bluey: Sean Spicer, continua a fare quello che stai facendo. È fantastico riaverti su The Daily Signal.

Speziato: È sempre bello essere qui.

Hai un’opinione su questo articolo? Per suonare fuori, inviare un’e-mail lettere@DailySignal.com e prenderemo in considerazione la pubblicazione dei commenti modificati nella nostra normale funzione “Ti sentiamo”. Ricorda di includere l’URL o il titolo dell’articolo più il tuo nome e città e/o stato.